Come gestire la Burocrazia in un Trasloco – Parte 1

A tutti i nostri amici traslocatori che stanno pensando di fare un trasloco perfetto.

Quali sono i passi da fare per un trasloco sereno?burocrazia trasloco guida consigli

Prima di iniziare un qualsiasi trasferimento, di casa, di un ufficio o della propria attività commerciale, ci sono delle pratiche burocratiche, relative al cambio di indirizzo, che vanno svolte rigorosamente, soprattutto per evitare l’applicazione di costose penali.

Di seguito la prima parte della guida suddivisa nelle diverse categorie per le quali è necessario affrontare la burocrazia.

  • ANAGRAFE
    Recatevi all’ufficio anagrafico e comunicate il vostro cambio di residenza. È sufficiente la presenza di una sola persona maggiorenne, che rappresenti il nucleo familiare, con un documento d’identità valido. Per ogni componente della famiglia sarà necessario fornire i dati anagrafici, la patente di guida e l’eventuale targa del veicolo intestato.

Il servizio è gratuito.

  • VEICOLI
    Per aggiornare il cambio di residenza sui documenti del veicolo (certificato di proprietà e carta di circolazione)
    presentate al nuovo comune di residenza il documento di identità, gli estremi della patente e delle targhe del
    veicolo, modulo di richiesta in distribuzione presso il comune.
    Questa procedura di cambio di residenza per i veicoli può essere svolta anche dall’ACI o da uno di studio di consulenza automobilistica (le Agenzie di Pratiche Auto), al quale dovrete inviare mandare un documento firmato con all’interno tutti i vostri dati, evidenziando il cambio d’indirizzo. Inoltre, ricordate di avvisare contemporaneamente la compagnia assicuratrice: tutti i documenti dell’auto devono riportare in modo omogeneo gli stessi dati.

Speriamo che i primi consigli siano stati per voi utili, ci vediamo alla successiva – Parte 2 per il prosieguo della Guida.

Buon trasloco a tutti.

Lacia un commento

Indirizzo email non verrà pubblicato.

CHIAMA ORA
×